Cosmoprof Worldwide Bologna 2022 si conferma manifestazione per l’industria cosmetica mondiale

Alto  grado di profilazione dei visitatori presenti e l’elevato numero di operatori internazionali sono stati le chiavi del successo della 53° edizione di Cosmoprof Worldwide Bologna (28 aprile- 2 maggio) che ha confermato ancora una volta il suo ruolo di evento di riferimento per l’industria cosmetica mondiale e ha dato il suo arrivederci al 2023. Buyer e operatori del settore sono arrivati da 140 paesi scoprendo dal vivo le novità e le innovazioni presentate da più di 2.700 espositori da 70 paesi, grazie agli investimenti del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e di ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane nell’ambito dei progetti per la promozione dell’industria beauty italiana nei principali mercati.

“L’Europa si conferma la principale area di provenienza, ma sono state ben
oltre le aspettative anche le presenze dall’Asia e dalle Americhe. Seguono i mercati africani e Middle East con percentuali molto interessanti in vista di prospettive future. Tornare a vedere i corridoi della fiera animarsi di operatori da tutto il mondo, intenti a concludere ordini e a discutere nuovi progetti, è stato  emozionante”, ha dichiarato Gianpiero Calzolari, Presidente di BolognaFiere.

In questa edizione sono state molto seguite le 11 sessioni di Cosmotalks, il ricco parterre per discutere le nuove tendenze l’industria e le dimostrazioni live degli eventi dedicati al comparto Beauty & Spa, World Massage Meeting e Masterclass. Grande attesa anche nella platea del teatro al padiglione 37, con gli show di On Hair che hanno riunito finalmente in presenza hairstylist e addetti al comparto hair. “Abbiamo atteso a lungo il concretizzarsi di questa 53esima edizione di Cosmoprof Worldwide Bologna e ritrovarci tra i padiglioni del quartiere fieristico bolognese è senza dubbio stato un momento importante per il nostro settore e ne ha evidenziato il desiderio di ripartenza. Un rilancio che poggia su solide basi: già per il 2021 il settore cosmetico nazionale ha dimostrato la propria capacità di reazione e per il 2022, nonostante le incertezze dello scenario internazionale, si stima un ritorno a livelli precrisi con il fatturato che tornerà a superare i 12 miliardi di euro. La storica sinergia con il nostro partner BolognaFiere Cosmoprof ci ha consentito di evidenziare e dar voce all’eccellenza dell’industria cosmetica nazionale, vero e proprio fiore all’occhiello del made in Italy e comparto strategico per il Sistema Paese,” ha commentato Renato Ancorotti, presidente di Cosmetica Italia.
“Quest’edizione di Cosmoprof, mai tanto attesa, è stata estremamente positiva. I nostri espositori hanno finalmente incontrato di persona compratori e distributori da tutto il mondo. Siamo comunque consapevoli che molte aziende hanno dovuto rinunciare alla loro presenza a causa delle restrizioni legate alla pandemia e alla guerra tra Russia e Ucraina, per questo motivo il nostro sistema di matchmaking, Cosmoprof My match, rimarrà a disposizione dei nostri operatori anche nei prossimi giorni.
Vogliamo infatti garantire la visibilità e la qualità delle opportunità di business di Cosmoprof anche oltre i giorni della fiera. Cosmoprof Worldwide Bologna ha rafforzato il suo ruolo di partner di business per gli addetti ai lavori, e il nostro obiettivo è garantire una piattaforma di networking continuativa performante,” ha sottolineato Enrico Zannini, Direttore Generale di BolognaFiere Cosmoprof.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.