Un artista, tante anime, tanto amore.  L’amore per la sua terra natale, per sua moglie Bella e l’amore per la sua religione, l’ebraismo. La mostra Marc Chagall, la storia dei due mondi, che si tiene fino al 31 luglio 2022 al Mudec di Milano raccoglie più di cento opere dell’artista che arrivano dalla collezione dell’Israel Museum di Gerusalemme, donate per la maggior parte dalla famiglia e dagli amici di Chagall.  Il progetto espositivo espone per lo più lavori grafici di Chagall e alla sua attività di illustratore editoriale. La mostra ripercorre alcuni temi fondamentali della vita e della produzione dell’artista: dalle radici nella nativa Vitebsk (oggi Bielorussia), descritta con amore e nostalgia nella serie Ma vie, all’incontro con l’amata moglie Bella Rosenfeld, della quale illustrò i libri Burning Lights e First Encounter, dedicati ai ricordi della vita di Bella nella comunità ebraica, pubblicati dopo la morte prematura della donna e di cui in mostra sono esposti i disegni originali. Ambroise Vollard, illustre editore francese,  commissionò nel 1923 una serie di acqueforti dedicate a romanzo Le anime morte di Gogol’. Successivamente Chagall curò l’edizione illustrata delle Favole di La Fontaine e La Bibbia arrivando così alla sua fama con le opere dai colori  vivaci e in immagini ricche ed evocative del suo presente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.